Dahon
Nel 1975 il dott. David Hon, fondatore dell’impresa Dahon, si occupava di fisica presso la Hughes Aircraft Corporation, in California, lavorando in progetti segreti di ricerca per il governo. Considerato un esperto in tecnologia con il laser allo stato solido, il dott. Hon aveva già registrato diversi brevetti in USA grazie ai progressi ottenuti con la tecnologia laser. In seguito, lui e il suo team svilupparono un’innovativa tecnologia laser che verrà poi usata negli space shuttle della NASA: si trattava si un sistema di guida per i missili e per le armi. Tuttavia, nonostante i suoi successi professionali, il dott. Hon non trovava più soddisfacente il suo lavoro presso Hughes Aircraft, dato che i suoi progetti venivano usati per la creazione di strumenti bellici invece che per portare miglioramenti alla società. Nel 1975, con la crisi del petrolio e del gas, il dott. Hon ebbe un’idea da cui in seguito nacque la sua importante azienda. Una sera, mentre era in coda da un’ora aspettando di poter comprare della benzina per la sua macchina, il dott. Hon prese coscienza dell'entità della dipendenza mondiale dal petrolio, una risorsa non rinnovabile che, probabilmente, i suoi nipoti avrebbero visto esaurirsi. Questa riflessione lo spinse a tornare al mezzo di trasporto che usava all'università. Del tutto ecologica e abbastanza economica da essere accessibile praticamente a tutti, il dott. Hon trovò nella bicicletta una possibile soluzione. Tuttavia, le biciclette disponibili all’epoca non erano prive di difetti. Erano perfette per tragitti corti, ma poco pratiche per i viaggi più lunghi. Erano necessarie delle modifiche per renderle più funzionali. La soluzione che gli venne in mente era una bici pieghevole portatile. La parte difficile fu trasformare le idee in realtà. Lavorò per sette anni costruendo decine di prototipi, trattando di perfezionare una bicicletta pieghevole che mantenesse la qualità di guida di una bicicletta classica, ma con la possibilità di piegarla velocemente per ottenere un formato compatto. Infine, nel 1982, il dott Hon presentò la sua prima bicicletta pieghevole, il modello Dahon, che gli valse diversi premi e la fama a livello mondiale; tuttavia, nessuno dei grandi fabbricanti di biciclette a livello mondiale era interessato alla produzione di questa idea rivoluzionaria. Così, decise di mettersi in gioco e iniziare a produrre le biciclette da solo. Rinunciò al suo posto di lavoro, andò a vivere a Taiwan e aprì una fabbrica. Nel 1983, le biciclette pieghevoli Dahon uscivano dalla catena di montaggio. Ad oggi, più di due milioni di biciclette più tardi, Dahon ha fatto la differenza. In tutto il mondo, la gente usa la bici per muoversi ogni giorno. I governi stanno integrando le biciclette pieghevoli portatili nei piani di trasporto di massa. E tutte le grandi imprese di biciclette a cui il dott. Hon fece visita nei primi anni ’80 si sono arrese al successo delle biciclette pieghevoli.
Nel 1975 il dott. David Hon, fondatore dell’impresa Dahon, si occupava di fisica presso la Hughes Aircraft Corporation, in California, lavorando in progetti segreti di ricerca per il governo. Considerato un esperto in tecnologia con il laser allo stato solido, il dott. Hon aveva già registrato diversi brevetti in USA grazie ai progressi ottenuti con la tecnologia laser. In seguito, lui e il suo team svilupparono un’innovativa tecnologia laser che verrà poi usata negli space shuttle della NASA: si trattava si un sistema di guida per i missili e per le armi. Tuttavia, nonostante i suoi successi professionali, il dott. Hon non trovava più soddisfacente il suo lavoro presso Hughes Aircraft, dato che i suoi progetti venivano usati per la creazione di strumenti bellici invece che per portare miglioramenti alla società. Nel 1975, con la crisi del petrolio e del gas, il dott. Hon ebbe un’idea da cui in seguito nacque la sua importante azienda. Una sera, mentre era in coda da un’ora aspettando di poter comprare della benzina per la sua macchina, il dott. Hon prese coscienza dell'entità della dipendenza mondiale dal petrolio, una risorsa non rinnovabile che, probabilmente, i suoi nipoti avrebbero visto esaurirsi. Questa riflessione lo spinse a tornare al mezzo di trasporto che usava all'università. Del tutto ecologica e abbastanza economica da essere accessibile praticamente a tutti, il dott. Hon trovò nella bicicletta una possibile soluzione. Tuttavia, le biciclette disponibili all’epoca non erano prive di difetti. Erano perfette per tragitti corti, ma poco pratiche per i viaggi più lunghi. Erano necessarie delle modifiche per renderle più funzionali. La soluzione che gli venne in mente era una bici pieghevole portatile. La parte difficile fu trasformare le idee in realtà. Lavorò per sette anni costruendo decine di prototipi, trattando di perfezionare una bicicletta pieghevole che mantenesse la qualità di guida di una bicicletta classica, ma con la possibilità di piegarla velocemente per ottenere un formato compatto. Infine, nel 1982, il dott Hon presentò la sua prima bicicletta pieghevole, il modello Dahon, che gli valse diversi premi e la fama a livello mondiale; tuttavia, nessuno dei grandi fabbricanti di biciclette a livello mondiale era interessato alla produzione di questa idea rivoluzionaria. Così, decise di mettersi in gioco e iniziare a produrre le biciclette da solo. Rinunciò al suo posto di lavoro, andò a vivere a Taiwan e aprì una fabbrica. Nel 1983, le biciclette pieghevoli Dahon uscivano dalla catena di montaggio. Ad oggi, più di due milioni di biciclette più tardi, Dahon ha fatto la differenza. In tutto il mondo, la gente usa la bici per muoversi ogni giorno. I governi stanno integrando le biciclette pieghevoli portatili nei piani di trasporto di massa. E tutte le grandi imprese di biciclette a cui il dott. Hon fece visita nei primi anni ’80 si sono arrese al successo delle biciclette pieghevoli.
Leggi tutto Leggi meno

Prodotti Dahon in :

15 articoli

Opinioni interessanti su Dahon

Bicicletta pieghevole Dahon Ciao i7 nero bianco
Leggera ed agile
Bici molto particolare pensata per spostamenti urbani, telaio leggero e molto comodo per l'assenza del sostegno centrale. Comoda in città con sali e scendi continui. Da migliorare la trasportabilità che nonostante sia facilitata dal peso richiede sempre una certa dimestichezza, altri costruttori hanno adottato semplici accorgimenti ma molto efficaci.Su percorsi lunghi o extraurbani l'impostazione del telaio può risultare affaticante. Cambio Shimano preciso e rapido.
Massimo, il 11 luglio 2018
Bicicletta Ford by Dahon C MAX 20"
Primo ordine eseguito
Manubrio non centrato. Ma si riesce ad andarci lo stesso.
Cristian, il 08 maggio 2018
Bicicletta Ford by Dahon S MAX 20"
Bici soddisfacente per chi non ha molte pretese.
Bici con una linea bella e all'uso versatile. Un po' pesante se si intende trasportarla a mano. Si ripiega facilmente. Da migliorare il controllo qualità sulla centratura delle ruote.
Nicola, il 08 maggio 2017
Bicicletta pieghevole Dahon Speed D7 nero
Dahon D7 Speed nero lucido
Bella bici solo un po' pesantina, linea sobria e classica, buone finiture, qualche dettaglio un po' economico. Sono comunque soddiisfatto dell'acquisto e la ricomprerei.
Luciano, il 15 gennaio 2017
Bicicletta pieghevole Dahon Speed D7 nero
Pessimo sito, pessimo servizio clienti
Acquistata la bicicletta a più di 500 euro, è arrivata con il manubrio scheggiato e la catena difettata. Non hanno accettato di cambiarla e solo dopo numerose telefonate siamo arrivati a un accordo, cioè il pagamento completo della riparazione della catena. Dei 45 euro spesi invece ce ne hanno rimborsati solo 20, meno della metà. Non ho parole.
cris, il 07 luglio 2016
×
Questo sito utilizza cookies propri e di terzi per offrire un'esperienza e un servizio migliori. Accedendo al sito o utilizzando i nostri servizi, accetti l'uso dei cookies. Tuttavia, è possibile modificare le impostazioni dei cookies in qualsiasi momento. Per saperne di più.
40% di sconto

40% di sconto sulla tua e-mail

Registrati e ricevi via e-mail offerte con sconti fino al 40% su migliaia di prodotti.

+ Leggi le clausole legali - Nascondere